Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Stemma

Lo stemma cittadino viene illustrato nell'Art. 2 dello Statuto comunale che così recita:

"Lo stemma è di color porpora, al pino d'Italia, di verde, frustrato al naturale, nodrito nella campagna diminuita, d'oro, accollato dal serpente di verde, di tre spire, con la testa rivoltata, posta a sinistra del tronco, con la coda caricante la campagna diminuita. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di porpora, il motto, in lettere maiuscole di nero ESTOTE PRUDENTES SICUT SERPENTES. Ornamenti esteriori di Città".

Lo stemma della Città di Casarano è un insieme di simboli, che sintetizzano allegoricamente la natura dei casaranesi.

Su uno sfondo di color porpora, campeggia un alto pino, attorno a cui è abbarbicato un serpente.

Nulla, ovviamente, è lasciato al caso, ma ogni singolo elemento presente nello stemma nasconde significati profondi che rivelano, simbolicamente, le caratteristiche dei casaranesi. Il color porpora, ad esempio, rinvierebbe agli stessi significati che esso aveva assunto presso i popoli indoeuropei, richiamando i concetti di dignità, potenza e sovranità.

Il pino, che svetta alto e saldo, simboleggerebbe la fortezza, mentre il serpente richiamerebbe la prudenza. E proprio la prudenza è al centro del motto latino, tratto dal Vangelo di Matteo (10,16), che compare ai piedi dello stemma e che recita testualmente "Siate prudenti come i serpenti".

Elementi correlati

Torna a inizio pagina